Dona ora! ☑️

“Serve una Parola! Dona!”

Cesare Bocci – “Serve una Parola”

”Ritrovare le parole”

Andrea Vianello – “Ritrovare le Parole”

”AVETE CAPITO?”

Flash Mod – A.A.T. APS Onlus & MVF – “Avete Capito?”

”SumUp”

SumUp

”Link di SumUp”

Pagamento remoto: via Link di SumUp

https://afasia.sumup.link/

Quota Associativa e Dona ora! ☑️
Anche un €. 1,00

Potete farci arrivare il vostro aiuto tramite una Associazione Afasici Toscana APS Onlus:

  • Quota Associativa €. 30,99
  • 5 x 1.000 dalla dichiarazione dei redditi al Codice Fiscale: 93 057 950 508
  • Oneri Donazioni e Oneri Detraibili: Erogazioni Liberali BCCCC IBAN: IT 11M 08461 139 000 000 109 719 32
  • Gadget

= SumUp pagamenti tramite Carta di Credito o Bancomat

oppure icona SumUp
= SumUp pagamenti via Link da remoto accetta pagamenti con carta direttamente sul tuo telefono, a distanza.
Ho 1 dei 4, è facile e veloce:

  • Mostra codice QR
  • Copia link di pagamento
  • Condividi il link per il pagamento
  • Invia tramite SMS

oppure
= Bonifico Bancario l’IBAN BCCCC: IT11 M08 461 139 000 000 109 719 32

In modo che possiamo mandarvi una lettera di ricevuta utile per la detrazione/deduzione fiscale (ai sensi del D.L. 4/12/1997 art. n° 460).

Attraverso la vostra E-mail/WhatsApp inoltre vi terremo informati di tutti gli aggiornamenti relativi alle attività e progetti che svolgiamo con i fondi da voi donati.

Erogazioni liberali 2020

Le deduzioni IRPEF legate alle erogazioni liberali 2020 a favore di determinate categorie di enti di particolare rilevanza sociale.

Le agevolazioni fiscali in favore dei contribuenti che effettuano erogazioni liberali 2020 a favore di determinate categorie di enti di particolare rilevanza sociale.

Le erogazioni liberali sono delle donazioni spontanee, che il contribuente può effettuare, in favore di Onlus, associazioni,università e scuola, istituti religiosi, etc.. con la finalità di sostenere economicamente l’impegno sociale portato avanti da le Onlus, associazioni, etc…
A tutti i contribuenti che abbiano effettuato delle erogazioni liberali 2020, sono riconosciute alcune agevolazioni fiscali, sotto forma di:

  • Detrazioni d’imposta;
  • Deduzioni dal reddito imponibile IRPEF.

Gli oneri detraibili incidono (in percentuale) direttamente sull’imposta lorda, riducendo l’imposta dovuta dal contribuente. Gli oneri deducibili sono spese che possono essere portate in diminuzione dal reddito complessivo rilevante ai fini Irpef, prima del calcolo dell’imposta.
Per la stessa erogazione non è possibile fruire sia della detrazione che della deduzione.

Erogazioni liberali 2020 e obbligo di tracciabilità
La Legge di Bilancio 2020, ha introdotto l’obbligo di tracciabilità per poter usufruire della maggior parte delle detrazioni fiscali.
Ciò significa, che per poter fruire della detrazione fiscale sulle erogazioni liberali, occorre, effettuare il pagamento non in contanti, ma con metodi di pagamento tracciabili, ossia:
– Bancomat;
– Carta di credito o di debito;
– Assegno bancario o circolare;
– Bonifico, etc.

Cosa si intende per erogazioni liberali?
Le erogazioni liberali, sono dei versamenti spontanei, effettuati in favore di Onlus, associazioni, istituzioni religiose. Le erogazioni liberali consentono di ottenere, in favore di le effettua, detrazioni e deduzioni fiscali.

Erogazioni liberali 2020: detrazioni d’imposta
Tutti i contribuenti, che hanno effettuato erogazioni liberali in favore delle Onlus, possono beneficiare delle detrazioni d’imposta del 19%, 26%, 30% o 35% a seconda delle caratteristiche e della natura dell’ente destinatario della donazione.

LASCITI TESTAMENTARI

Cosa è necessario fare per fare testamento

Informazioni semplici e chiare in materia di successioni

Tipologia di testamenti (olografo, pubblico e segreto)

Cosa è possibile donare (denaro, polizza vita, beni… )

PERCHÈ FARE TESTAMENTO 

Ma il testamento rappresenta uno strumento di grande libertà perché ci offre la possibilità di scegliere a chi lasciare ogni singolo bene o il frutto del lavoro di una vita.

Con il testamento abbiamo la certezza che la nostra volontà venga rispettata e che i nostri beni siano indirizzati alle persone a noi più care e a quanti vogliamo aiutare, siano essi persone fisiche o enti benefici.

Se facciamo testamento la legge tutela comunque i soggetti legittimari, cioè il coniuge o soggetto unito civilmente, i figli, o in assenza di questi, i propri genitori.

COSA?

  • Una somma di denaro.
  • Titoli.
  • Azioni. 
  • Fondi di investimento. 
  • Beni mobili come opere d’arte.
  • Gioielli. 
  • Arredi.
  • Beni immobili, come un appartamento, un terreno, un fabbricato, ecc.
  • L’intero patrimonio.
  • Una polizza vita nominando l’AFASIA come beneficiario.
  • La polizza vita non fa parte del patrimonio ereditario perciò l’assicurato può scegliere liberamente chi ne beneficerà.
  • Chi è già titolare di una polizza, può designare il beneficiario in qualunque momento, con una semplice comunicazione alla compagnia assicurativo, oppure può manifestare questa volontà nel testamento.

Ogni lascito verrà convertito in denaro e il ricavato impiegato in progetti dell’AFASIA.

È importante sapere che i lasciti, come le donazioni in vita e le polizze, sono totalmente esenti da tassazione (art. 3 D.Lgs. 346/1990 modificato dalla L. 383/2001). Questo vuol dire che il loro valore viene interamente utilizzato in favore dei progetti.

COME FARE TESTAMENTO

Un testamento può essere scritto in qualsiasi momento. Inoltre è sempre possibile modificarlo, annullarlo o sostituirlo e produce i suoi effetti solo al momento dell’apertura della successione.

Il testamento può essere:

  • OLOGRAFO, cioè scritto di proprio pugno, 
  • PUBBLICO, cioè redatto da un notaio alla presenza di testimoni. 

Per garantire la validità di un testamento OLOGRAFO, che è individuale, è necessario seguire alcune regole:

  • il testamento olografo deve essere scritto integralmente a mano propria, avere una data

   (giorno, mese e anno) e la firma;

  • bisogna indicare i propri dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita), la residenza, il destinatario e l’oggetto del lascito;
  • il testamento dovrà essere conservato in luogo sicuro. 

È opportuno redigere due originali: 

  • uno da conservare in casa;
  • l’altro da consegnare per la custodia a un notaio o ad altro soggetto di fiducia;
  • nel testamento può essere nominato un esecutore testamentario, cioè una persona di fiducia che provvederà ad eseguire le volontà manifestate.

Si può utilizzare sia il testamento pubblico, sia il testamento olografo. Con il testamento olografo è sufficiente scrivere di proprio pugno come nell’esempio qui a fianco:

Sarà impiegato per le attività a favore degli afasici e dei loro familiari, per organizzare e favorire occasioni di incontro, convegni, gite, etc.

Scrivete a:

info@afasia.tv

oppure contattateci al: +39 331.67.54.633